Si invita tutto il personale e tutti gli studenti a commemorare il tragico ed efferato

episodio di violenza ai danni di una giovane donna, Giulia Cecchettin, osservando un minuto di

silenzio nella giornata di martedì 21 novembre alle ore 11.30.

Nella certezza di non poter cambiare questo triste ed ingiusto destino si invitano tutti  i docenti  a stimolare la riflessione su questi accadimenti sempre più violenti e diffusi e di compartecipare  al contrasto della violenza in qualsiasi forma perpetrata.

Scegliere il dialogo al posto della violenza è un dovere civico per ciascuno di noi.

La vita di Giulia è stata brutalmente interrotta per l’incapacità di accettare un rifiuto. Imparare a

gestire le emozioni, anche quelle negative, come la frustrazione dell’abbandono deve essere un

obiettivo prioritario nella nostra vita. 

Mentre commemoriamo la triste fine di Giulia e il triste destino di Filippo, riflettiamo sul valore

della vita e apprezziamone tutto il senso e il significato che è quello di essere un “dono” che

abbiamo il compito di tutelare e onorare tutti i giorni della nostra vita attraverso l’impegno, il rispetto e l’amore.

La Dirigente Scolastica

Prof.ssa Annarita Tiberio

FileDimensione del File
Scarica questo file (4903_minuto di silenzio 21_11_23.pdf)Circolare MIUR203 kB